Maldestri tentativi di mascherare il fallimento

In occasione, del Natale, la sindaca Casanova ha pubblicato un imbarazzante video di auguri (https://fb.watch/aaE-md3GdW/) che ha tutto il sapore di una campagna elettorale ormai iniziata e nella quale la prima cittadina appare piuttosto preoccupata: non si spiegherebbe altrimenti quel bisogno di rivangare, dopo ormai quattro anni e mezzo di governo, la presunta eredità lasciata dal centrosinistra, adducendole le responsabilità dei propri fallimenti. Ma davvero questa maggioranza crede di costruire ancora sulla polemica contro “chi c’era prima” la narrazione della prossima campagna elettorale? E’ un atteggiamento che non inganna più nessuno e che anzi fa sorridere, perché significa implicitamente ammettere che non si è riusciti a soddisfare le promesse elettorali fatte nel 2017.

L’esempio più eclatante è quello della piscina Ferrabini, in cima alla lista delle priorità – addirittura il vicesindaco Maggi diceva che nessuno di loro si sarebbe dovuto ricandidare se non avessero portato a termine l’opera! – e ancora miseramente chiusa.

Il Sindaco conclude il video affermando di aver “posto le basi” per il rilancio amministrativo futuro: l’implicito riconoscimento di essere riusciti a portare a casa ben poco di quanto promesso perché un discorso del genere i cittadini se lo aspettano il primo Natale di mandato, non certo a chiusura di un quinquennio.

Il Sindaco dice di aver ricevuto “un’eredità pesante”, ma la preoccupazione nostra e di tanti lodigiani è verso un altro lascito amministrativo: il suo. Progettazioni e opere incompiute, come la Ferrabini e il Sottopasso di Via Nino Dall’Oro, un rapporto sfilacciato con le associazioni e le realtà più importanti della città, una proposta culturale ideologica e spesso nemmeno di particolare qualità. 

Per non parlare dell’appello alla responsabilità nell’emergenza covid, che appare quantomeno fuori luogo da parte di chi si è immortalata in pieno lockdown in un selfie al Parco Tecnologico con tanto di taglio di torta, mentre gli anziani della casa di riposo Santa Chiara venivano abbandonati a se stessi nella tempesta pur di non disturbare la Regione.

Ed ecco, a proposito di Regione, gravissima appare un’affermazione contenuta nel video sulla possibilità di ottenere risorse per la Città grazie al rapporto con il Pirellone: dunque l’appartenenza ad una comune filiera politica è un discrimine per ottenere finanziamenti? Ci auguriamo che i rappresentanti del centrodestra in Regione smentiscano categoricamente questa preoccupante eventualità.

Ci sarebbe ancora molto da dire, ma fortunatamente, tra poco ci sarà l’occasione per voltare pagina, dopo 5 anni di errori e opportunità mancate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...