Qualche riflessione sul bosco all’Isolabella

Nelle ultime settimane si è parlato molto del bosco che troverà dimora nella zona dell’Isolabella. Se degli alberi saranno piantati e cresceranno, non si potrà che gioire. Può essere però utile aggiungere qualche elemento di valutazione per andare oltre alla mera positività della “buona notizia” e per inquadrare meglio la questione.
L’Isolabella è nelle disponibilità del Comune e quindi può essere valorizzata grazie ad una scelta fatta dall’allora Sindaco Ferrari, il quale fece uno scambio di aree. A causa di quella scelta lungimirante Aurelio Ferrari ha subito un procedimento giudiziario durato sette anni e che si è concluso con una piena assoluzione.
Le piantumazioni sono delle compensazioni dovute alla realizzazione della centrale Sorgenia di Bertonico e servono appunto a “compensare” l’inquinamento prodotto dall’impianto termoelettrico. Meglio avere compensazioni che non averne, ma il saldo è negativo o al massimo neutro. E la Giunta Casanova aveva solo un compito: scegliere un’area. Non ha dovuto fare altro.
Urbanisticamente questa decisione potrebbe presentare delle criticità: il parco ha trovato nuova vita durante la pandemia ed è stato molto vissuto, cosa che la nuova conformazione non permetterà in futuro. Inoltre, un bosco rischia di fungere da ulteriore divisione tra la città e la zona del ponte della tangenziale, nota come molto delicata. Sarà dovere dall’Amministrazione vigilare con attenzione per evitare problematiche legate alla sicurezza e a fenomeni di criminalità.
Tra l’altro, bisogna tenere presente che il nuovo bosco si collocherà sul nostro Lungoadda. In passato, si è pensato all’Isolabella come possibile luogo di aggregazione per far vivere il fiume. Conosciuta è la vicenda del Bar del Paesaggio (sul quale rimane aperta la causa giudiziaria) e lì vi è anche l’attracco delle barche dedicato al turismo fluviale. L’Amministrazione Comunale ha, con merito, installato dei nuovi giochi (su cui si dovrà vigilare nei mesi invernali). A parte questa azione sporadica, d’altra parte, la Giunta Casanova non ha dimostrato di avere altre idee e, se vogliamo finalmente voltare pagina rispetto al passato, sarebbe il caso di valutare l’offerta di un minimo servizio di ristoro (anche nella semplice formula estiva di un chiringuito).
Per quanto riguarda poi il tema sostenibilità, il bilancio dell’Amministrazione di centrodestra sarebbe disastroso. E quindi davvero andrebbero ringraziati i tanti cittadini sensibili in questi anni hanno animato il dibattito sull’ambiente nel nostro territorio. A lungo, infatti, questo è stato un tema di nicchia, e non erano molte le persone che, spesso con lungimiranza, hanno guardato con diffidenza a fenomeni urbanistici che hanno impattato in modo negativo sul Lodigiano (come la logistica) e hanno sollecitato le Giunte comunali e provinciali di qualsiasi colore a fare di più per il nostro ecosistema. Spesso quelle compensazioni di cui oggi beneficiamo derivano proprio da una sinergia positiva tra gli ambientalisti e le istituzioni del territorio. Sicuramente, a proposito di future compensazioni, non potremo certamente ringraziare l’Amministrazione Comunale di Lodi per quelle che deriveranno dall’ampliamento della Centrale di Tavazzano. Fortunatamente anche in questo caso, ambientalisti, comitati civici e alcuni Sindaci dei Comuni contermini hanno posto attenzione al tema, mentre, come sempre è avvenuto negli ultimi anni, il Capoluogo prima si dimostrava etereo e latitante su una partita fondamentale.
Un’altra delle tante cose da correggere in futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...