Non è una Città per giovani

Spiace constatare che, quando hanno riaperto quasi tutte le attività, le sale della biblioteca e l’aula studio di Villa Braila rimangano chiuse (mentre rimane possibile accedere al servizio prestiti). Da qui purtroppo si può capire l’attenzione dell’Assessore Maggi e della Giunta Casanova verso i giovani e la cultura: in campagna elettorale sono state fatte molte promesse con tanto di lista dedicata, ma l’Amministrazione in questi anni ha dimostrato assoluto disinteresse. L’aula studio e il servizio di consultazione della biblioteca sono stati disponibili a singhiozzo, nonostante i disagi per chi deve accedere ai documenti per motivi di ricerca, mentre Villa Braila non si può utilizzare dall’inizio della pandemia. Sono aperti i ristoranti al chiuso, i cinema, i negozi, perché non possono riaprire anche i luoghi della cultura? Non dimentichiamo che nemmeno il Teatro alle Vigne ha ripreso la programmazione: ma l’Assessore Maggi come interpreta il suo ruolo di delegato alla cultura? E il Sindaco Casanova, campionessa di promesse elettorali, non ha nulla da dire a riguardo? Prendiamo atto che l’unico interesse della Giunta è lanciare un progetto mastodontico sull’Ex Linificio, da decine di milioni di euro, quando, nel frattempo, non si permette la fruizione di un gioiello come la Biblioteca Laudense, oggetto di importanti investimenti in passato.
Non si può che prendere atto che Lodi non è una città per giovani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...