Santa Chiara, sfiduciato il candidato presidente voluto dal Vicesindaco

La vicenda del CDA di Santa Chiara evidenzia tutta la fragilità e gli equilibri precari su cui si regge la maggioranza di centrodestra che governa la Città.

In una fase così delicata per la salute degli anziani ospiti e in una casa di riposo che tanto ha sofferto e soffre per la pandemia covid, il buon senso vorrebbe che le nomine degli organismi dirigenti fossero fatte sulla base delle effettive competenze e non delle spartizioni di poltrone.

Invece il Vicesindaco Maggi ha insistito enormemente per indicare come Presidente un suo fedelissimo, Paolo Caretta, che però alla prova dei voti nel CDA non ha ottenuto la maggioranza. E questo nonostante tale organismo sia costituito da 4 membri designati da chi governa a Palazzo Broletto e solo 2 membri espressione dell’opposizione. Insomma, il candidato del Vicesindaco Maggi non è stato voluto neppure dai suoi.

Al suo posto, diventa quindi presidente l’avvocato Giovanna Invernizzi, alla quale va il nostro augurio di buon lavoro. Non possiamo che accogliere con favore la scelta fatta dal CDA nella seduta di ieri: una nuova pagina per la Fondazione, che comincia con una assunzione di responsabilità rispetto alla pasticciata gestione politica della Giunta Casanova. Una rivendicazione di autonomia che è conseguenza naturale dell’atteggiamento con cui il centrodestra si è sempre rapportato con la Fondazione, considerandola una realtà a sé stante e sconnessa dall’Ente Comunale.

Ora sarà interessante vedere se la “pistola” puntata da Maggi alla testa della debole Lega sarà carica o scarica. Nel frattempo, dopo la magra figura, dovrebbe accompagnare e sostenere il lavoro della nuova Presidente di Santa Chiara; invece sta pestando i piedi furiosamente, sui social e a mezzo stampa, perché la presidente eletta si dimetta. Non saranno mesi semplici per la Fondazione, con il persistere dell’emergenza Covid e con la complicata situazione economica a cui bisognerà mettere mano, cercando di mantenere sempre alta la qualità del servizio erogato verso gli ospiti della struttura: da parte di chi governa la Città, ci vorrebbe la capacità di mettere da parte i posizionamenti di parte e di fare l’interesse degli anziani. Ma tale capacità risulta non pervenuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...