Una proposta per i commercianti totalmente ignorata dalla Giunta

Ottomila buoni natalizi, finanziati con l’avanzo di bilancio, per incentivare gli acquisti dei Lodigiani nei negozi della Città: questa è la proposta che, come Partito Democratico, abbiamo presentato alla Giunta ormai quasi un mese fa in vista del Natale e che purtroppo, però, è stata completamente ignorata.

Dicembre sarà un mese difficile e questo Natale non sarà certo come tutti gli altri. Eppure arriverà e con lui, nelle settimane precedenti, il momento degli acquisti. Il rischio, in questa congiuntura, è che tanti scelgano di comprare online, per comodità e per esigenze di risparmio. I commercianti tuttavia sono una categoria pesantemente colpita dai risvolti economici dell’attuale emergenza sanitaria. E allora ci siamo chiesti che cosa potesse fare concretamente l’Amministrazione locale per supportarli in questo momento.

L’idea è arrivata dall’ascolto di iniziative simili svoltesi in diverse città italiane ed europee. Il Comune di Lodi ha ancora a disposizione per quest’anno un avanzo di bilancio di circa 1,8 milioni di euro: la nostra proposta era quella di immetterne 80mila sul mercato sottoforma di buoni da 10 euro. Il meccanismo sarebbe semplice: per un acquisto in un negozio della Città di almeno 25 euro nel mese di dicembre, si riceverebbe un buono da 10 euro da spendere in un altro negozio lodigiano, sempre per un acquisto di almeno 25 euro. L’acquirente così, per due regali, spenderebbe 40 euro anziché 50, perché gli altri 10 sarebbe “pagati” dal Comune, e si sentirebbe incentivato a comprare in Città i suoi regali natalizi.

Con 8000 buoni da 10 euro, capaci ciascuno di generare due acquisti da 25 euro, si potrebbe generare un volume di acquisti in Città di almeno 400mila euro. L’iniziativa, dove è stata sperimentata, ha dinamizzato il commercio locale con un effetto “moltiplicatore” evidente, più utile di qualsiasi sussidio diretto.

In questi mesi la Giunta ha sempre cercato di scaricare altrove le responsabilità, ma noi crediamo invece che ogni livello di governo debba sentirsi chiamato a fare la propria parte.  80mila euro, su quasi 2 milioni di avanzo, sono una cifra assolutamente ragionevole e quindi abbiamo sottoposto la proposta alla Sindaca con spirito costruttivo. A distanza di un mese e con il Natale ormai alle porte, non ha neppure risposto alle nostre e-mail: questo è l’approccio istituzionale di questa Amministrazione e questa l’attenzione alle proposte fatte nell’interesse dei commercianti della nostra Città.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...