Sconti sulla TARI: che delusione

Gli sconti sulla tassa rifiuti sono uno degli strumenti più concreti che un Comune ha a disposizione per cercare di mitigare i gravi disagi che l’emergenza Covid ha causato a famiglie ed imprese.

La manovra che la Giunta di Lodi si appresta a breve a varare sulla Tari è però deludente, nonostante l’importo significativo delle risorse messe in campo (circa 2 milioni di euro, attinti dal contributo straordinario di 2,8 milioni che Palazzo Broletto ha ricevuto grazie alla scelta del Governo e del Pd di stanziare nel Decreto Rilancio un fondo speciale per i Comuni delle 5 Province italiane maggiormente colpite dal virus).

Se l’intento è assolutamente condivisibile, la messa in pratica purtroppo fallisce l’obiettivo, perché gli effetti degli sgravi si vedranno solo con il conguaglio della tassa ad inizio 2021.

Inoltre, per le famiglie il taglio è mediamente modesto e l’unico elemento di progressività inserito è il numero dei componenti, mentre avevamo auspicato anche misure specifiche per i lavoratori che a causa della pandemia sono stati messi in Cassa Integrazione. Sul totale delle risorse stanziate dal Comune per coprire gli sgravi, quelle destinate alle agevolazioni legate alla condizione economica delle famiglie, attraverso l’indicatore ISEE, è di soli 60 mila euro, davvero poco.

Tutto ciò mentre dal lato del servizio bisogna sottolineare (pur tenendo conto delle condizioni eccezionali degli ultimi mesi) che in quasi tre anni e mezzo di amministrazione il servizio non solo non è migliorato, ma è stato impoverito e male riorganizzato. Nonostante per anni il centrodestra abbia criticato ferocemente il porta a porta, il sistema è stato confermato ma in peggio, le campane del vetro (di cui era stata annunciata la rimozione) sono sempre al loro posto, i giri settimanali di raccolta dell’umido sono diminuiti da 3 a 2 e lo spostamento degli orari di raccolta in centro storico ha notevolmente peggiorato il decoro urbano del cuore città.

Anche su questo fronte, dunque, si è ben lontani dalle promesse raccontate per anni ai lodigiani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...