L’ennesima brutta pagina istituzionale

La ripresa dei lavori consiliari in aula dopo il lockdown ha riservato una spiacevole sorpresa. Si dovrebbe dire che siamo ripartiti con il “piede sinistro”, se non fosse che invece qui si tratta di un “piede centro-destro” anzi di un “piede liberale”… perché la brutta sorpresa riguarda un provvedimento portato in aula dall’assessore Maggi: il rinnovo dell’affidamento alla società partecipata Giona della gestione del Teatro alle Vigne.

Normalmente, quando i provvedimenti vengono portati in Consiglio, passano prima in Commissione, dove si fa una prima discussione sulla documentazione in modo da snellire i lavori dell’aula. Che cosa è successo qui? E’ accaduto che il testo portato in aula è risultato diverso da quello votato in commissione… tra l’una e l’altra è stato modificato e né il presidente della commissione Pavese né l’assessore Maggi hanno provveduto ad avvisare i consiglieri delle modifiche. E’ stato per un puro caso che il capogruppo Piacentini si è accorto delle incongruenze, altrimenti tutti i consiglieri – maggioranza e opposizione – avrebbero votato un documento diverso da quello che credevano di votare.

Un fatto inaudito, indice di mancanza di correttezza istituzionale. Colto in fallo, l’assessore non ha voluto ritirare il provvedimento e a questo punto noi, insieme alle altre opposizioni, abbiamo abbandonato l’aula, rifiutando di votarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...