L’inferno dantesco di via del Guasto

Passerella di via del Guasto: un vero e proprio inferno dantesco, fatto di degrado e di miseria umana, a due passi dalle vetrine luccicanti del centro storico della nostra città. È il segno di una Lodi invisibile, fatta di crack e di eroina, che non può non interrogare le nostre coscienze, come politici e come cittadini.

Si sta discutendo tanto in questi giorni della riqualificazione dell’Isola Carolina, ma dalle tavole presentate alla cittadinanza sembra che in fin dei conti i lavori che si riusciranno a fare con il denaro stanziato saranno poca roba e non incideranno su quell’accesso, che invece sarebbe stato possibile rifare completamente se l’Amministrazione – con un progetto diverso dallo scellerato piano Bay – si fosse aggiudicata il milione di euro dei fondi emblematici Cariplo. Quei fondi, lo ricordiamo, sono stati persi per la cieca ottusità con cui il Sindaco e i suoi Assessori hanno voluto perseverare nel taglio di oltre cento alberi, suscitando giustamente la protesta di migliaia di cittadini.

Certo, eliminare gli ambienti chiusi e degradati non elimina di per sé il problema della droga e della solitudine, ma è dimostrato che creare Bellezza contribuisce a combattere il disagio: dimentichiamo com’era il sottopasso di viale Europa, prima che la precedente Amministrazione vi realizzasse la Casa del Quartiere?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...