Tassa di soggiorno: avrebbe potuto ridurre le barriere architettoniche e invece…

Uno dei primi provvedimenti assunti da questa maggioranza è stata l’abolizione della tassa di soggiorno. Una tassa che non gravava sui lodigiani e che produceva per il Comune introiti per una media di 42.000  euro l’anno. Gli albergatori ne avevano chiesto l’abolizione a causa degli oneri di personale per la gestione dell’imposta e delle relative esenzioni. Un ordine del giorno presentato dalle forze di opposizione in uno primi consigli comunali chiedeva alla Giunta di ripristinare l’imposta, dopo aver raggiunto con gli albergatori degli accordi per semplificarne l’applicazione. Ma la maggioranza votò contro. Un altro ordine del giorno chiedeva di ripristinare l’imposta, vincolando l’impiego dell’introito al finanziamento di un bando dedicato al settore alberghiero per realizzare interventi di adeguamento delle strutture in modo da poter accogliere persone con disabilità. L’idea nasceva dal fatto che in occasione dei Campionati Paraolimpici di nuoto gli organizzatori avevano lamentato criticità negli alberghi riguardo alla presenza di barriere architettoniche. Ma anche quest’altro ordine del giorno fu rigettato.
Di recente la stampa locale ha riportato alla ribalta il tema delle barriere architettoniche nelle strutture ricettive della città e gli albergatori lamentano il fatto che gli interventi da operare sulle strutture sono molto onerosi.
Ma allora perché abolire così in fretta e senza alcuna riflessione la tassa di soggiorno che avrebbe potute essere impiegata per dare un contributo a questo obiettivo così qualificante per la città?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...